Come cuocere i cibi sottovuoto, l’esempio del vitello con patate

Sigillare tutto in un sacchetto, dalla frutta alla carne, per ‘marinare’ i cibi e renderli più appetitosi.

Cottura sotto vuoto una tecnica semplice per cibi sani e succolenti. Basta mettere in un apposito sacchetto di plastica alimentare tutti gli ingredienti, cibi e condimenti: per esempio un arrosto con i suoi aromi; della verdura con sale, pepe e spezie; della frutta con zucchero e vaniglia. E così via, senza limiti alla fantasia seguendo, per la lista degli ingredienti, quello che normalmente viene messo al forno o in padella. Quando la macchina ha saldato il sacchetto, richiama all’interno della campana la pressione atmosferica e il sacchetto si “strizza”, come siamo abituati a vedere negli alimenti imbustati sottovuoto. Questo processo fa sì che i liquidi, condimenti compresi, vengano “reiniettati” all’interno degli alimenti. Questo scambio, che avviene in pochi secondi permette a cibi di “marinarsi” istantaneamente e molto meglio di quanto non avvenga nei lunghi procedimenti tradizionali. Inoltre, la mancanza di ossigeno fa sì che gli alimenti non si ossidino, scurendo i propri colori: le foglie restano verdi, la frutta mantiene i propri colori brillanti e naturali, la verdura non si annerisce.

Fianchetto di vitello al forno con le patate

 

Tagliate a pezzetti carote, sedano e cipolla e riponeteli in una busta. Si aggiunge poi nel sacchetto la carne con un pò di spezie aromatiche come rosmarino e timo. Attenzione a non esagerate poiché la carne sottovuoto assorbe molto gli odori. Sigilate il tutto sottovuoto. La stessa operazione fatela in un altro sacchetto con le patate e il timo. Prendete un forno ad acqua o una macchina per la cottura sottovuoto, impostate la temperatura a 70° e cuocete per un ora il tutto. Prendete una padella e con un po’ di olio prima saltate le verdure con del brodo di carne, aggiungete olio e farina e frullate il tutto per bene aggingendo del sale e del pepe se necessario. Estraete dal sacchetto il pezzo di carne rosolatelo per qualche minito in padella poi tagliatelo a fettine di circa mezzo dito, mettete la cremina sopra, nel frattempo levate le patate da sottovuoto, saltatele in padella con olio, rosolatele e mettetele a fianco alla carne. Il piatto è così pronto per essere degustato.

Abbinare con i vini italiani questo piatto non è difficile. In questo caso è possibile gustare il vitello con le patate bevendo un rosso non molto corposo, ma aromatico come il Montepulciano d’Abbruzzo. Per altre ricette consultate il blog lacucinaamodomio.com

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*