Un secondo ricercato, per i palati più raffinati. La Carbonada

Partiamo come sempre dagli ingredienti per 4 persone:
1 kg di carne di vitello bianca
2 bicchieri di vino rosso secco
500 gr di cipolla
750 ml di acqua
1 cucchiaio di farina
prezzemolo tritato
burro, olio, sale e pepe quanto basta
Tagliate la carne a bastoncini, raccoglieteli in una casseruola (tipicamente in Valle d’Aosta si usa una terrina). Versate il vino e lasciate marinare per 2 ore. Nel frattempo sbucciate prima le cipolle, sbollentatele intere per 5 minuti, sgocciolatele e tagliatele a pezzetti. In una padella scaldate due cucchiai d’olio, prendete la carne sgocciolata per bene dalla marinatura e fatela ben rosolare, salatela poco e trasferitela in una teglia da forno. Nella stessa padella lasciate fondere una grossa noce di burro, aggiungete le cipolle e due cucchiai d’acqua. Lasciatele stufare per 15 minutii, ritiratele e unitele alla carne. Spolverizzate il tutto di farina, versate il vino della marinata e l’acqua. Salate, pepate e coprite. Cuocete in forno caldo a 170° per 2 ore circa dipende dalla grandezza della carne. Ritirate, cospargete con il prezzemolo tritato e servite il tutto ben caldo. A fianco al piatto volendo possiamo mettere un pò di polenta e usarla al posto del pane, volendo la polenta dopo averla fatta possiamo riscaldarla in una padella.
Abbinamenti con i vini valdostani: essendo un secondo abbastanza grasso corposo noi lo abbineremo con un vino rosso però non molto strutturato ma di corpo con una buona persistenza in bocca così da pulire bene il palato dalla buona grasseza del piatto, io come vino del territorio sceglierei il Valle d’Aosta Donnas rosso per me il giusto abbinamento.
 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*